“Come sai" scrisse Ron a un collega nell’estate del 1980 “nel corso degli anni, ho condotto ricerche sulla libertà, l’indipendenza, i movimenti indipendentisti e via dicendo”. Da quelle ricerche scaturì un certo numero di saggi sul soggetto tra i quali uno molto significativo: “Giustizia”. Pubblicato per la prima volta nel 1969 nella rivista della Chiesa di Scientology intitolata Freedom, questo scritto sembra essere particolarmente pertinente al giorno d’oggi, di fronte a un panorama americano dove circa il cinquanta per cento della cittadinanza ha perso fiducia nel suo sistema di giustizia.

iò che sta principalmente causando lo sfacelo della democrazia occidentale è la sua abitudine a basare incurantemente le proprie azioni legali su rapporti falsi.

Chiunque può dir ciò che vuole su chiunque altro, sia le forze dell’ordine che i tribunali è facile che agiscano su rapporti così menzogneri che persino un bambino potrebbe riconoscerne la falsità.

Questo era ciò che c’era di più odioso nei nazisti. Ed è questo che caratterizza la “giustizia" comunista. Nel febbraio del 1969 ho individuato che la principale causa del fallimento della giustizia sono le accuse false, i rapporti falsi e l’omissione del confronto di chi è accusato con i suoi accusatori. Questo insidia la sicurezza personale e trascina l’intero sistema giudiziario in un interminabile ed inutile traffico di pratiche.

Persone innocenti sono esposte agli attacchi della stampa, a procedure giudiziarie, a spese senza fine e a esistenze rovinate soltanto a causa di questi fattori.

Gruppi corrotti che esercitano pressioni politiche, quali gli psichiatri, possono rovinare qualsiasi eventuale rivale o far crollare la struttura sociale di una nazione, fintanto che si pubblicano e si accettano rapporti falsi e si intraprendono azioni basate su di essi.

Questo abuso è così flagrante che distrugge il valore della causa della democrazia per tutti quanti.

Quando la giustizia diventa lenta, quando diventa costosa e quando si permette che rapporti falsi riguardanti singoli individui e gruppi restino incontestati e impuniti, qualsiasi ideologia diventa una tirannia.

Tale è il peso di questi fattori nell’annientamento della lealtà e nella creazione di forze rivoluzionarie, che nessun governo che li tolleri è al sicuro.

Si tratta, in effetti, di una nuova breccia filosofica aperta nel campo della giurisprudenza. Non si è compreso quale grande importanza rivesta il rapporto falso nello sfacelo della struttura sociale di una nazione e la sua causa.

La maggior parte dei conflitti interni di un paese è causata da singoli individui e gruppi che si difendono da rapporti falsi.

In un’epoca in cui i governi “cercano di impadronirsi delle menti delle persone" si dovranno realizzare un bel po’ di riforme.

Una delle cose che minacciano i diritti dell’uomo è il rapporto falso. E tuttavia non esiste un ricorso pratico ed adeguato. Cause per diffamazione? Lasciatele perdere. Costano più di quanto chiunque possa permettersi, durano un’eternità e, anche se vengono vinte, lasciano i rapporti falsi all’opinione pubblica.

Dal momento che i rapporti falsi distruggono la sicurezza del singolo individuo e dei piccoli gruppi, questi sono poi obbligati a far valere i propri diritti. Per fare ciò, a loro volta, attaccano.

Una nazione che permetta che vengano intraprese azioni basate su rapporti falsi, alla fine sarà abbandonata dalla propria popolazione e dai gruppi che la sostengono, sarà attaccata dai suoi cittadini rispettabili e finirà per essere rovesciata.

Per salvarsi, una nazione deve permettere azioni legali dirette, che siano rapide ed economiche, e tali che un singolo individuo o un gruppo possano proteggersi legalmente da rapporti falsi.

Solo se effettuerà riforme nel campo dei diritti dell’uomo, il mondo “libero" avrà una causa per cui valga la pena lottare, che valga la pena sostenere. Altrimenti le sue organizzazioni pubbliche e sociali lo diserteranno per sostenere qualsiasi altra causa senza nemmeno esaminarla molto a fondo.

Le virtù del patriottismo, della lealtà e della devozione al governo non sono morte a causa di qualche strano processo di decadenza sociale. Sono morte perché la gente sente che il governo non solo non la sta più proteggendo, ma persino l’attacca, la lascia in balìa di facili internamenti da parte degli psichiatri, a tasse esorbitanti e ad insicurezza personale.

Per esempio, la comunità delle persone di colore negli Stati Uniti ha già da tempo affermato che non combatterà per il governo. Non perché siano comunisti. È perché chiunque può accusare un uomo di colore di qualcosa (a prescindere da quanto sia falso), farlo arrestare, farlo picchiare e farlo linciare, mentre le autorità scrollano le spalle dicendo: "È solo uno sporco negro”. Davanti alla legge, non aveva lo stesso diritto al rispetto. Qualsiasi rapporto falso, non verificato, potrebbe causare il suo arresto, il suo pestaggio o la sua morte. Quindi si ritrova a sentirsi molto insicuro. E adesso continua a ribellarsi, a saccheggiare, ad appiccare incendi e sta persino forzando delle università a chiudere. Tutto questo perché un qualsiasi rapporto falso è stato accettato. E poteva essere picchiato o impiccato in attesa di una giustizia, lenta e costosa.

E ciò non si limita alle persone di colore d’America. Vale per tutte le minoranze americane e vale anche per minoranze religiose e razziali in fin troppi paesi. Quindi, formano un nucleo di resistenza e agitazione. Sono tesi e sulla difensiva.

Poi col peggiorare della situazione, molte organizzazioni sociali cominciano a reagire contro i rapporti falsi che circolano su di esse, ancora una volta perché impossibilitate ad ottenere giustizia abbastanza rapidamente da impedire ulteriori danni.

Ed è più o meno a questo punto che i funzionari farebbero meglio a controllare i loro conti in banca all’estero e a filarsela. Perché quel governo, anche se continua ad operare, non è più il governo del suo popolo. È il suo nemico. Ci si unirà a qualsiasi movimento rivoluzionario. Questo è il meccanismo della rivoluzione.

La gente sopporterà e sopporterà e sopporterà. Poi un bel giorno il patriottismo muore. Perché quel governo non ha più una causa in cui la maggioranza crede o per cui la maggioranza è disposta a battersi.

I principi di non accettare rapporti falsi e di mettere una persona a confronto con coloro che l’accusano e le loro accuse, prima che vengano intraprese azioni disciplinari di alcun tipo, sono così potenti che se l’Occidente li adottasse e li mettesse in pratica scrupolosamente, AVREBBE UNA CAUSA SUFFICIENTEMENTE GRANDE PER SOPRAVVIVERE.

Potrebbe a quel punto superare la causa del comunista.

Stando così le cose, i governi occidentali sono forzati a PAGARE e a CORROMPERE per difendersi, sostenendo un costo talmente esorbitante da mandarli in fallimento.

La nostra posizione è la seguente: ci facciamo avanti e sosteniamo le potenze occidentali, cercando di far loro innalzare il loro senso dell’onore e della giustizia, prima che la folla in tumulto li assalga e li faccia a pezzi.



| Precedente | Glossario | Indice | Successivo |
| Questionario | Sito di riferimento | Libreria | Prima pagina |

L. Ron Hubbard Site | L. Ron Hubbard: Fondatore di Scientology | L. Ron Hubbard: Creatore di musica | L. Ron Hubbard, L'istruzione | L. Ron Hubbard, Un profilo | Tributi e riconoscimenti a L. Ron Hubbard | Scientology | Dianetics

info@scientology.net

© 1996-2005 Chiesa di Scientology Internazionale. Tutti i diritti riservati.

Informazioni sui marchi d'impresa